DAAS, UNA STORIA DI SUCCESSO

 

Un foto ricordo scattata durante una lezione del CSN

Il 3 dicembre 1972 John Wile si recò alla Fiera Sportiva dell’Est per comprarsi un paio di sci ultimo modello.

Fu una grande delusione per John quando, alla prima uscita sulle montagne di Spaccaloosa nel Wisconsin, urtando un sasso gli sci nuovi di zecca si spezzarono in due.
Proprio in quel momento passava di lì William Legahort, un nano che abitava nella vicina cittadina di Franaway. “Non buttarli” disse William a John.

William era un brillante falegname e, con perizia, riuscì a ricavare due paia di sci, molto corti ma perfetti, dagli sci rotti di John.

John Wile in una tenuta da sci pioneristica negli anni ’50
William Legahort, a causa della bassa statura che lo rendeva molto aerodinamico, stabilì diversi record sul chilometro lanciato

John e William divennero amici e assieme aprirono a Spaccaloosa il CSN, “Centro Sciistico Nani” che in pochi anni divenne il punto di riferimento per tutti i nani sciatori della costa orientale.

Ma il punto di svolta per John e William arrivò nel 1985. Un addetto alla progettazione delle scarpe da running dell’Adidas aveva sbagliato a premere il tasto ”riduci decimali” e, prima che qualcuno se ne rendesse conto, l’Adidas aveva prodotto quasi un migliaio di scarpe di misura assurdamente piccola.

William Legahort in una rara immagine

John e William rilevarono l’intero stock, che ebbe un enorme successo fra i nani sportivi già clienti dei due.

Iniziò così la fortuna dell’azienda che, nei primi anni novanta, prese il nome attuale di DAAS, “Diversamente Alti Articoli Sportivi”. Un’espansione ininterrotta che ha portato la DAAS ad essere oggi leader di mercato nel settore degli articoli sportivi per nani, con oltre mille dipendenti e con stabilimenti di produzione e negozi in tutti gli States.

Comments are closed.

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: