LE SCIMMIE GIALAPAGA, SCOPERTA UNA SPECIE ANIMALE SCONOSCIUTA NELL’ ARCIPELAGO DI GIAVA

L’ultimo numero del “National Geographic Magazine” riporta la notizia della scoperta di una nuova specie di scimmiette, rimasta fino ad ora sconosciuta.
Sono piccoli animali, apparentemente molto timidi, che vivono solo nelle aree inesplorate dell’isola di Sunnarmambata, una delle zone più inaccessibili dell’arcipelago indonesiano.

Questi deliziosi animaletti hanno sviluppato, in secoli di isolamento, particolari caratteristiche comportamentali che li distinguono dalle altre specie della famiglia degli indridi, di cui fanno parte assieme ai lemuri.

Sir John Loastcoke, il noto etologo della National Geographic Society che le ha scoperte dopo anni di ricerche, ha descritto l’emozione del primo incontro con una piccola gialapaga. Non avendo mai conosciuto l’uomo, le gialapaga sono molto fiduciose e socievoli.
Sir Loastcoke racconta ancora con commozione di quando la prima piccola gialapaga femmina è scesa da un albero, si è avvicinata e ha iniziato a guardare incuriosita la sigaretta che Sir John stava fumando in quel momento, una Senior Service senza filtro.
Sir John ha teso la sigaretta alla piccola gialapaga che se ne è impadronita e ha cominciato a fumare a rapide boccate.

Sempre Sir John racconta che dopo l’emozione di quel primo incontro si sono verificati dei problemi dovuti alla particolare affettività, quasi eccessiva, che sembra essere una delle caratteristiche salienti delle gialapaga.
La  scimmietta, finito di fumare, si è infatti abbarbicata alla gamba di Sir John. A nulla sono valsi i tentativi di staccarla, anche perché la piccola gialapaga, quando Sir John si allontanava da lei, manifestava evidenti segni di disperazione.

Nell’ articolo, Sir John racconta che, dopo qualche ora, l’intera spedizione aveva di fatto adottato una intera comunità di piccole gialapaga, che si erano affezionate ai singoli membri abbarbicandosi alle loro gambe, piangendo ai tentativi di separazione.
L’unico modo di calmare i simpatici animaletti, è sempre Sir John che lo racconta, fu quello di condividere con loro, oltre alle sigarette, alcune bottiglie di birra che la spedizione aveva con sé.

Alcune piccole gialapaga sono adesso ospitate nello zoo di Kengsiston, vicino Londra, dove si sono trovate a loro agio e hanno anche iniziato a riprodursi.

Comments are closed.

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: